Il cinema gay-lesbico dimenticato
| HOME |

Anders als die Andern (Diverso dagli altri )

regista: Richard Oswald
GENERE: Drammatico
ANNO: 1919
NAZIONE: Germania
DURATA (min.): 50
LINGUA ORIGINALE: Muto
SOTTOTITOLI: Italiano

Prodotto in Germania in un periodo di tolleranza sessuale che aveva visto la nascita del primo movimento di liberazione gay, animato, tra gli altri dal dottor Magnus Hirschfeld che combatteva contro l’articolo 175 (che metteva fuori legge gli atti omosessuali tra uomini). Hirschfeld fu anche il co-sceneggiatore del film che, dietro un’esile trama, appariva più come uno strumento di propaganda politica sui temi che il movimento gay stava affrontando. Il film veniva proiettato con la presentazione di attivisti e accompagnato da volantini che spiegavano la normalità e naturalità dell’omosessualità. Il film originariamente durava più di 90 minuti ma le varie vicissitudini e persecuzioni (tutte le copie tedesche vennero bruciate dai nazisti) lo hanno ridotto agli attuali 50 minuti. Vedere ampio e approfondito saggio sul film scritto da Mauro Giori su culturagay.it (cinemagay.it)

Locandina originale:

Alcune scene del film
Ecco l'intero film:

DOWNLOAD FILM:
Per scaricare il video clicca QUI con il pulsante destro del mouse e poi seleziona “Salva oggetto con nome...”. (Per scaricare qualunque video da questo sito è necessario aver installato VLC media player: per ottenere una copia gratuita clicca QUI).

Mikaël

regista: Carl Theodor Dreyer
GENERE: Drammatico
ANNO: 1924
NAZIONE: Germania
DURATA (min.):1h 30 min
LINGUA ORIGINALE: Muto
SOTTOTITOLI: Italiano

E’ uno dei primi film della storia del cinema con una storia ed un protagonista omosessuale. Il regista è uno dei più grandi eppure questo film, almeno in Italia, è quasi misconosciuto. Ma anche in America, dove uscì col titolo “Chained: The Story of the Third sex” (dopo che fu rifiutato “The Inverts”) non si dichiarava il regista nei crediti. La storia è quella di un pittore omosessuale che si innamora di un giovane modello... Il pittore vivrà del suo ricordo, gli lascerà tutti i suoi averi in eredità e morendo dirà “muoio felice, perché ho vissuto un grande amore”. Il romanzo di Hermann Bang, da cui il film è tratto, sembra che abbia preso spunto dalle vicende del pittore Auguste Rodin.

Locandina originale:

Ecco l'intero film:

DOWNLOAD FILM:
Per scaricare il video clicca QUI con il pulsante destro del mouse e poi seleziona “Salva oggetto con nome...”. (Per scaricare qualunque video da questo sito è necessario aver installato VLC media player: per ottenere una copia gratuita clicca QUI).